Tutti i post

Blog

Impianto di Domotica: cos’è, come funziona, vantaggi

29 Marzo 2024

Si sente spesso parlare di domotica, specialmente in contesti di innovazione tecnologica e di casa del futuro.

Ma com’è fatta una casa domotica? Questo articolo rappresenta una guida per capire cos’è un impianto di domotica, come funziona e perché scegliere la domotica per la propria abitazione.

Cos’è un impianto di domotica e come funziona

Ogni casa è dotata di un impianto elettrico, ed esso può essere di tipo tradizionale oppure domotico. La domotica è un impianto elettrico che si avvale di tecnologie specifiche per automatizzare svariate azioni tipiche del contesto abitativo, con l’obiettivo di rendere la casa più smart e tecnologicamente avanzata. Si può affermare che sia un sistema nato dalla felice applicazione congiunta di diverse discipline, come l’architettura, l’ingegneria energetica, l’informatica, l’automazione e il design.

In caso di abitazioni di nuova costruzione, pensare subito all’installazione di un impianto di domotica è la soluzione ideale: a fronte di un investimento leggermente superiore all’inizio, si potrà recuperare molto nel tempo in termini economici e di comodità. In caso di ristrutturazione, è possibile trasformare un sistema elettrico tradizionale in uno di domotica, naturalmente affidandosi a dei professionisti in materia.

Un impianto di domotica può avere tre diversi tipi di architetture:

  • impianto di domotica centralizzato: si ha una centralina di controllo, a cui tutti i dispositivi sono collegati e da cui tutti i dispositivi dipendono;
  • impianto di domotica distribuito: non si ha una centralina di controllo, ogni dispositivo funziona in modo autonomo e può anche comunicare con gli altri per rendere le operazioni di domotica ancora più rapide e automatizzate;
  • impianto di domotica misto: si utilizza una combinazione di tecnologie cablate e wireless.

Gli elementi che possono essere collegati nell’impianto di domotica

I dispositivi che vengono collegati devono essere acquistati nella loro versione smart, la quale è ormai presente in maniera diffusa. Alcuni di questi dispositivi funzionano nell’impianto di domotica quando attivati tramite una specifica funzione, mentre altri si attivano automaticamente grazie alla presenza di sensori, che avvertono una specifica condizione per cui una tale azione deve essere effettuata (ad esempio, un impianto di irrigazione che si attiva quando il sensore rileva un terreno troppo secco).

 Esistono moltissimi dispositivi che possono essere collegati a un impianto di domotica. Di seguito, alcuni esempi.

  • Finestre e sistemi oscuranti. Tramite il sistema di domotica, finestre e tapparelle possono essere aperte o chiuse in modo automatico, ad esempio la mattina appena svegli, per arieggiare la casa o in caso di pioggia inaspettata. Le finestre e i sistemi oscuranti METRA Building sono predisposti al collegamento con il sistema di domotica.
  • Applicabili alla porta d’ingresso della casa, ma anche a cancelli e garage. Sono utili non solo per evitare semplicemente di restare chiusi fuori in caso non si disponga di una chiave, ma anche per mettere immediatamente la casa in sicurezza in caso di presenze intruse.
  • Sistemi di termoregolazione, riscaldamento e climatizzazione. Caloriferi, scalda-salviette, climatizzatori e altri dispositivi simili possono essere attivati al bisogno, ad esempio per iniziare a scaldare o raffrescare la casa prima del proprio arrivo, così da trovare un microclima ideale fin da subito.
  • Sistemi di illuminazione. Tramite l’intelligenza dell’impianto di domotica, l’inquilino può gestire (dentro casa o a distanza) qualsiasi punto luce della casa. Può spegnerlo, accenderlo, modularne l’intensità, il calore e la qualità. in modo automatico, alcuni sistemi di illuminazione smart possono anche prevedere la regolazione dei diversi punti luce in base a fattori pre-impostati, come il numero di persone presenti nella stanza o la quantità di luce naturale proveniente dall’esterno.
  • Elettrodomestici smart. In questo contesto, le potenzialità del sistema di domotica sono pressoché infinite e sempre in evoluzione. Si possono infatti utilizzare lavastoviglie, lavatrici o altri elettrodomestici da attivare a distanza e/o a orari prestabiliti. Si possono collegare frigoriferi in grado di consigliare ricette e liste della spesa, così come di tenere traccia della scadenza degli ingredienti al loro interno. Oppure, si può usufruire di Smart TV che danno accesso a un enorme quantità di contenuti anche tramite il collegamento ad app esterne. Un altro esempio è fornito dai sistemi di diffusione sonora: il sistema di domotica permette di gestire la diffusione dell’audio e di ogni singola sorgente sonora all’interno della casa.
  • Videocamere di sorveglianza e sistemi di allarme. Per mantenere la propria casa a livelli sempre alti di sicurezza, gli impianti di allarme possono essere implementati nel sistema di domotica affinché si attivino in presenza di intrusi o di movimenti sospetti. Le videocamere di sorveglianza possono anche essere collegate allo smartphone, così da poter monitorare l’abitazione anche a distanza.
  • Sistemi di videofonia. Con la domotica, è possibile comunicare molto più facilmente sia con l’esterno, sia tra le diverse stanze della stanza tramite apparecchi di intercomunicazione.
  • Sistemi di irrigazione. Chi possiede un giardino o delle aree verdi, può collegare l’impianto di irrigazione al sistema di domotica, così da non doversi più preoccupare di questo compito. L’irrigazione, infatti, può essere attivata da remoto, ma anche automaticamente tramite funzioni pre-impostate, per irrigare le parti verdi al bisogno o a orari prestabiliti.

Un focus su infissi, sistemi oscuranti e porte d’ingresso

Tra le varie applicazioni che sono state elencate qui sopra, di particolare interesse è il collegamento tra sistema domotica e infissi. Un’operazione che è sempre stata eseguita a mano, come la semplice apertura e chiusura delle finestre, può oggi essere compiuta in modo automatico grazie alla domotica. Questo vale sia per le finestre a battente sia per quelle scorrevoli. Lo stesso può essere detto anche della porta d’ingresso di casa, in modo da aumentare non solo le comodità quotidiane ma anche la sicurezza di tutti gli inquilini.

Anche i sistemi oscuranti, come tapparelle, persiane e frangisole, possono essere gestiti in automatico e anche a distanza grazie alla domotica. In relazione alla stagione, al momento della giornata, alla quantità di luce presente e agli eventuali agenti atmosferici come pioggia e vento, si può decidere di aprire e chiudere i sistemi oscuranti in modo parziale o totale.

Finestre, porte e sistemi oscuranti non solo possono essere gestiti a distanza, ma possono anche essere coadiuvati da sensori che comunichino al proprietario di casa lo stato attuale di tali elementi, come il grado di apertura e chiusura.

Come controllare l’impianto di domotica

In generale, il sistema di domotica permette agli inquilini non solo di programmare, ma anche di monitorare e gestire il funzionamento dei diversi dispositivi collegati. Si tratta di una vera e propria comunicazione tra uomo e macchina: la persona può controllare gli stati del dispositivo, attivandolo o disattivandolo quando preferisce, ma anche facendosi “consigliare” il momento giusto per provvedere a interventi di pulizia o manutenzione.

Questa comunicazione avviene naturalmente in modo smart. Il sistema di domotica può infatti comprendere un sistema gestionale centrale da cui, tramite uno schermo touch, è possibile gestire ogni dispositivo collegato in pochi pratici passaggi. Lo stesso può essere fatto tramite l’uso di pulsanti posti in posizioni strategiche, oppure attraverso pratici telecomandi o, ancora, tramite comandi vocali o sonori.

E quando si è fuori di casa, il sistema di domotica permette di automatizzare e gestire i vari elementi anche a distanza. Questo è fondamentale, perché uno degli obiettivi della domotica è quello di gestire, controllare e rendere la casa più comoda e sicura anche quando le siamo lontani. In questo caso, esistono delle app specifiche da scaricare sul proprio smartphone che, a quel punto, funzionerà come un vero e proprio telecomando di controllo remoto.

I vantaggi della domotica per la casa del futuro

La domotica è il sistema che più di qualsiasi altro ci avvicina al concetto di “casa del futuro”, e i suoi vantaggi sono innegabili. Tali vantaggi possono essere ricondotti a due filoni principali. Il primo è quello che riguarda l’efficienza energetica, una necessità non solo economica ma anche essenziale in termini di eco-sostenibilità. Il secondo è quello relativo alla praticità e funzionalità della propria casa. L’obiettivo della domotica è semplicemente quello di facilitare la vita di tutti i giorni.

Il primo vantaggio della domotica: efficienza energetica

Osservando tutto ciò che il sistema di domotica permette di fare, risulta chiaro come esso sia perfettamente in linea con un progetto di efficienza energetica per la propria casa.

Ad esempio, la gestione remota e automatica della termoregolazione permette di ottimizzare ogni momento il microclima all’interno della casa, andando quindi a minimizzare il consumo in termini di riscaldamento e climatizzazione. Ciò avviene tramite l’opportunità di aprire le tapparelle, di arieggiare la casa e di far entrare la quantità preferita di irraggiamento solare all’interno della casa.

L’uso più smart degli elettrodomestici ha anch’esso una forte influenza sulla riduzione dei consumi elettrici. Si possono ad esempio avviare i dispositivi in fasce orarie più green, oppure predisporre lo spegnimento completo dei dispositivi quando essi non sono in uso.

Il sistema di domotica permette in generale di monitorare e gestire i carichi di corrente all’interno della casa, con un conseguente risparmio energetico di ingente entità sul lungo periodo.

In termini di efficienza energetica ed eco-sostenibilità, infine, il sistema di domotica si abbina alla perfezione all’eventuale presenza di fonti di energia rinnovabile, come un impianto fotovoltaico sul tetto dell’abitazione. La domotica, infatti, permette di svolgere alcune funzioni in merito, come il monitoraggio e l’ottimizzazione dell’uso di energia prodotta da queste fonti, anche da remoto, o l’integrazione con sistemi di ricarica per veicoli elettrici.

Il secondo vantaggio della domotica: comfort abitativo e praticità

Una casa domotica è anche una casa in cui gli inquilini si sentano sempre sicuri e confortevoli. Una casa in cui i fastidi siano mantenuti al minimo, così da recuperare tempo per coltivare il proprio benessere e le proprie passioni.

È facile immaginare la giornata tipo di chi vive all’interno di una smart home.

Le possibilità sono moltissime:

  • aprire le tapparelle automaticamente a un orario prestabilito;
  • svegliarsi con la propria musica preferita;
  • pre-impostare l’attivazione della macchina per il caffè;
  • modulare automaticamente la luce per guardare meglio la TV o per leggere un libro;
  • arrivare a casa con una temperatura già perfettamente regolata e con gli indumenti già pronti in asciugatrice;
  • non doversi preoccupare dell’irrigazione del giardino;
  • controllare la corretta chiusura della porta d’ingresso direttamente dal divano;
  • aumentare il comfort acustico chiudendo le tapparelle quando i rumori provenienti dalla strada sono troppo forti, etc.

Vivere in una casa con sistema di domotica significa principalmente sfruttare al massimo tutte le comodità che la propria casa ci offre, in ogni momento della giornata.

Dal punto di vista della sicurezza, il sistema di domotica è di estrema utilità in quanto:

  • permette di collegarsi all’impianto di videosorveglianza, controllando quindi i movimenti intorno alla propria casa anche quando ci si assenta per lunghi periodi;
  • rende estremamente produttivi tutti gli impianti di allarme, i quali possono rilevare non solo presenze non gradite, ma anche eventuali fughe di gas, presenza di fumo, fuoco o acqua in casa;
  • in questi ultimi casi, può agire in modo autonomo per risolvere il problema tempestivamente, ad esempio chiudendo le elettrovalvole, chiudendo a chiave porte e cancelli, inviando un messaggio al proprietario di casa o chiamando direttamente le forze dell’ordine in caso di presenza di malintenzionati;
  • tramite la funzione di controllo dei carichi di corrente, previene infine eventuali blackout da sovraccarico per una maggiore sicurezza in casa.

Infine, è anche importante ricordare che un sistema di domotica aiuta alcune categorie di persone (anziani, disabili, persone con disfunzionalità motorie temporanee o permanenti) a vivere e gestire la casa in modo molto più indipendente.

La domotica è quindi anche una realtà che promuove una maggiore accessibilità degli ambienti domestici.

Implementare gli infissi in alluminio METRA Building all’impianto di domotica

Come si denota dall’articolo, ci sono molti elementi che possono essere collegati all’impianto di domotica per rendere la propria casa pratica, facile da vivere ed energeticamente efficiente. Molti dei prodotti METRA Building possono essere controllati dal sistema di domotica, così da ottenere una vera e propria smart home in cui vivere ogni giorno nel massimo comfort.

Le finestre e portefinestre di METRA Building, che siano scorrevoli oppure a battente, così come i sistemi oscuranti e la porta d’ingresso, sono tutti elementi che vengono fin da subito dotati di predisposizione all’automazione domotica. Concorrono quindi a un maggiore risparmio energetico, a una maggiore praticità quotidiana e a una maggiore sicurezza contro eventuali effrazioni.

I prodotti METRA Building sono tutti realizzati in alluminio, un materiale che si adatta particolarmente bene a una casa domotica per diversi motivi.

Prima di tutto, perché è un materiale che sostiene i due principali vantaggi della domotica:

  • efficienza energetica: l’alluminio è un materiale prima di tutto amico dell’ambiente, in quanto riciclabile al 100% senza mai perdere le proprie qualità nel tempo, e lavorato tramite processi produttivi eco-sostenibili. È anche un materiale molto resistente alle intemperie e, grazie al taglio termico, garantisce un elevato isolamento termico con un conseguente risparmio energetico.
  • comfort abitativo e praticità: gli infissi in alluminio sono praticamente indistruttibili, non si corrodono, non si macchiano e non si rovinano nel tempo. Non hanno quindi bisogno di nessun tipo di manutenzione, e richiedono una pulizia estremamente semplice che consta di un semplice panno bagnato e di un detergente neutro. Gli infissi in alluminio METRA Building garantiscono anche un ottimo isolamento acustico e un elevato grado di sicurezza anti-effrazione, per permettere agli inquilini di vivere nella propria casa in modo sicuro e confortevole.

In secondo luogo, se è vero che la domotica porta alla creazione di smart home che saranno il futuro dell’edilizia, allora gli infissi in alluminio si adattano a questa nuova casa tecnologicamente innovativa anche da un punto di vista estetico. Sono, infatti, gli infissi prediletti per chi desidera case moderne e all’avanguardia, grazie ai loro profili snelli, al carattere e design minimalista e all’estrema facilità di personalizzazione grazie ai molti colori e finiture.