Tutti i post

Blog

Come Scegliere le Finestre per ogni Stanza della Casa

14 Maggio 2024

Ogni stanza della casa ha le proprie necessità e le proprie caratteristiche. È quindi importante imparare a scegliere finestre giuste per ogni stanza, così da rendere ogni ambiente molto più confortevole. In questo articolo ci si sofferma su soggiorno, cucina, camera da letto, studio e bagno, individuando nell’alluminio il materiale ideale per tutti i contesti.

Scegliere la finestra giusta per ogni stanza

Quando si scelgono gli infissi per la propria casa, ci sono molte variabili da prendere in considerazione. Occorre porsi alcune domande per capire quali sono le proprie esigenze e le caratteristiche uniche dell’abitazione. Al momento di recarsi da un rivenditore per la creazione di un preventivo, si dovranno valutare elementi come l’ubicazione della casa, la sua esposizione, la tipologia di abitazione (casa singola o appartamento), la quantità di rumore proveniente dall’esterno, e così via.

Ma si dovrà anche essere ben consapevoli che ogni stanza della casa richiede accorgimenti diversi, perché viene utilizzata in modi e in tempi diversi. Scegliere finestre diverse per ogni stanza della casa non deve rappresentare un problema e, anzi, dovrebbe essere sempre fatto per massimizzare le funzionalità degli infissi e il comfort abitativo della casa.

Come scegliere la finestra ideale stanza per stanza

Scegliere la finestra giusta per ogni stanza della casa significa prendere in esame diversi fattori, come l’esposizione, la destinazione d’uso della stanza, la quantità di luce naturale che si desidera, la necessità di ventilazione, e così via.

Ci si accorgerà che, in tutti i casi, l’alluminio è il materiale che meglio soddisfa le necessità delle diverse stanze della casa grazie ai suoi numerosi vantaggi: tra le altre cose, infatti, l’alluminio è resistente alle intemperie e all’irraggiamento solare, sicuro contro i malintenzionati, facile da pulire, non si corrode e non si macchia.

Finestre per il soggiorno: quale scegliere

Si presuppone che il soggiorno sia la stanza in cui si trascorra la maggior parte del tempo in casa. Qui, infatti, si guarda un film insieme a tutta la famiglia, si legge un libro sul divano, si accolgono gli amici. Per questi motivi, la finestra ideale per il soggiorno deve essere estremamente performante da tutti i punti di vista.

Oltre a garantire un ottimo isolamento termico e isolamento acustico, la finestra del soggiorno deve lasciar passare tanta luce naturale. Nelle ore diurne della giornata, infatti, la luce solare garantisce un maggiore benessere psicofisico e dona al soggiorno un aspetto più sano e confortevole. Per ottenere questo effetto, si consiglia di scegliere infissi in alluminio.

L’alluminio è un materiale molto robusto, per questo motivo è possibile creare infissi dai profili molto snelli e sottili. Questo permette alle finestre in alluminio di far passare circa il 15-20% di luce in più rispetto a infissi di altro materiale, come quelli in PVC o legno. Si avrà così una maggiore quantità di luce naturale, che permette di risparmiare sui costi di illuminazione e anche di vivere il soggiorno al massimo del benessere.

Un altro aspetto, che vale per tutte le stanze ma in primis per il soggiorno in quanto stanza di rappresentanza della casa, riguarda la personalizzazione. Gli infissi sono infatti parti integranti dell’arredo e del design della casa, per cui si devono abbinare agli altri elementi in modo armonico. Il legno è ideale per contesti più classici e raffinati oppure più rustici: in questo caso, si può scegliere un infisso legno-alluminio per godere del calore tipico del legno all’interno della stanza e della resistenza e solidità dell’alluminio al suo esterno.

Alluminio e PVC si prestano invece molto bene a contesti più moderni, ma è l’alluminio a vincere la partita della personalizzazione e del gusto estetico. Questo accade in primo luogo grazie ai suoi profili snelli e dalle linee pulite, che sembrano nati per contesti moderni, ambienti con serramenti minimali, case in stile industriale o industrial chic, insomma, per tutti i contesti preferiti dalle case più contemporanee. In secondo luogo, l’alluminio può essere sottoposto a processi di verniciatura o ossidazione per ottenere una vastissima gamma di colorazione e finiture, come quella sabbiata, puntinata, extra-lucida, e così via. 

Finestre per la cucina: quale scegliere

La cucina è spesso una delle stanze più vissute nelle case italiane. In cucina si preparano i pasti della giornata e, nel caso di cucine abitabili, si consumano anche i pasti. L’uso del piano cottura provoca spesso la formazione di odori e fumi, mentre lavare i piatti a mano, oppure usare lavastoviglie o lavatrice, provocano un certo livello di umidità. Per tutti questi motivi, la finestra migliore per la cucina è quella che permette un adeguato arieggiamento e un ambiente più confortevole possibile.

Optare per una finestra a battente con apertura a ribalta o vasistas, quindi con l’anta che si apre sulla parte superiore del telaio per qualche centimetro, è la soluzione migliore per disperdere umidità, odori e fumi. Si raggiunge infatti questo obiettivo senza per forza aprire totalmente l’anta, con conseguente dispersione del calore interno (in inverno, o della frescura in estate).

Se le dimensioni e la struttura della cucina lo permettono, si può anche pensare di installare una finestra o portafinestra scorrevole. Questo aiuta non solo perché l’anta scorrevole può essere aperta solo dei centimetri necessari ad arieggiare la stanza, ma anche perché in questo modo non si hanno ante che, una volta aperte, potrebbero ostacolare i normali movimenti in cucina.

In quanto a comfort abitativo, gli infissi in alluminio sono ideali per la cucina da due importanti punti di vista. In primo luogo, come si è visto per il soggiorno, i profili sottili degli infissi in alluminio permettono una maggiore luce naturale, con conseguenze positive sul risparmio energetico e quindi in bolletta e sul benessere di chi passa molto tempo in cucina.

In secondo luogo, la cucina è anche un luogo dove le superfici si sporcano con più facilità. Se l’infisso in legno potrebbe assorbire le macchie di unto e grasso, e queste ultime potrebbero danneggiare le pellicole colorate sugli infissi in PVC, l’alluminio è invece l’ideale in questi casi perché non si corrode e non si macchia facilmente. Per una pulizia ordinaria delle finestre, basterà passare un semplice panno bagnato di acqua tiepida e qualche goccia di detergente neutro. Gli infissi in alluminio si inseriscono quindi perfettamente in un contesto, come quello della cucina, dove la praticità deve fare da padrona. 

Finestre per la camera da letto: quale scegliere

Anche nella camera da letto è importantissimo poter arieggiare gli ambienti con comodità quindi, anche in questo caso, una finestra con anta a ribalta o vasistas può essere una buona idea. In questa stanza, però, i fattori da prendere maggiormente in esame sono altri tre.

Prima di tutto, l’isolamento termico. Il tempo trascorso in camera da letto, infatti, è speso quasi unicamente per dormire, e si sa che un buon sonno ristoratore necessita di un microclima e una temperatura ottimali. È quindi necessario che gli infissi scelti garantiscano un efficace isolamento termico, cosicché il calore in inverno e la frescura in estate non vengano dispersi all’esterno. Gli infissi in alluminio METRA Building sono dotati di un efficacissimo taglio termico, ovvero l’introduzione di gas nobili, dal forte potere isolante, tra lo spessore esterno e interno dell’alluminio.

In secondo luogo, un buon sonno è determinato anche dall’assenza quanto più totale di rumori provenienti dall’esterno. Questo è vero a maggior ragione se la finestra della camera da letto si affaccia su strade trafficate, locali notturni, binari del tram o, ancora peggio, stazioni o aeroporti. Per garantire un ottimo isolamento acustico, la finestra della camera da letto dovrà quindi garantire la presenza di ottime guarnizioni. Il doppio vetro è spesso sufficiente per garantire un’assenza di passaggio dei rumori ma, se la situazione è più seria, si può pensare di optare per vetri dalle speciali proprietà fonoassorbenti.

Infine, un altro importante promotore del sonno è rappresentato dalla possibilità di oscurare totalmente la camera da letto. In questo caso, più che alle finestre si deve fare attenzione ai sistemi oscuranti, così chiamati proprio perché la loro principale funzione è quella di schermare il passaggio di luce dall’esterno all’interno della stanza.

Le persiane in alluminio e gli scuri METRA Building, ad esempio, sono realizzati in alluminio: resistono ottimamente a eventuali agenti atmosferici, sono praticamente indistruttibili e permettono di modulare il grado di oscurità più congeniale alle proprie necessità di sonno.

Finestre per lo studio: quale scegliere

Scegliere la finestra ideale per lo studio significa prima di tutto esaminare le attività svolte solitamente in questa stanza: studiare, lavorare, coltivare i propri hobby. Tutto questo richiede in gran parte ciò che si è visto precedentemente, ovvero un buon isolamento acustico per una maggiore concentrazione e un ottimo isolamento termico per garantire il massimo benessere durante attività così importanti.

Come si è detto per il soggiorno e per la cucina, cioè per le stanze in cui si passa del tempo durante le ore diurne, anche nello studio è importante avere quanta più possibile luce naturale. Questo vale in realtà a maggior ragione in una stanza come questa perché, come rivelano alcune ricerche, la luce naturale affatica meno la vista e promuove la concentrazione. Si consigliano quindi finestre dalla superficie vetrata più ampia possibile, realizzate in alluminio i cui profili sottili aumentano il grado di irraggiamento solare.

Finestre per il bagno: quale scegliere

Quando si sceglie la finestra per il bagno, ci si rende conto che sono due le necessità principali di chi vive questa stanza.

In primis, il bagno è insieme alla cucina la stanza della casa in cui si genera più umidità. Basti pensare alla condensa che si crea quando la stanza è calda e ci si appresta a fare una doccia o un bagno; ma anche l’eventuale presenza di lavatrice e asciugatrice provocano un certo livello di umidità.

Per contrastare l’umidità, è necessario arieggiare frequentemente la stanza affinché tale umidità non si trasformi in muffa e non diminuisca il comfort abitativo. Per evitare di aprire completamente la finestra, si può quindi optare per una finestra scorrevole, che possa essere aperta solo in parte o, ancora meglio, per una a battente con apertura a ribalta o vasistas. In questo modo, l’anta della finestra si apre solo sulla parte superiore del telaio, permettendo un ricircolo dell’aria ottimale senza però disperdere il calore all’interno della stanza. In merito all’infisso in sé, è meglio optare per l’alluminio, in quanto materiale che resiste ottimamente alla formazione di umidità, muffe e condense.

L’altra necessità di chi usa il bagno è naturalmente quella di privacy. Si può pensare di accessoriare semplicemente la finestra del bagno con delle tende coprenti ma, per una soluzione ancora più efficace ed elegante, è possibile scegliere un vetro che garantisca la giusta privacy anche quando la tenda è aperta o assente. I vetri opalini o satinati non sono totalmente trasparenti come i vetri normali: il loro alone biancastro è l’ideale per garantire la privacy, perché fa passare la luce oscurando però la visuale da una parte all’altra del vetro.

Finestre in alluminio METRA Building per ogni stanza della casa

Da questo articolo, si evince che l’alluminio è il materiale preferibile per soddisfare tutte le necessità di ogni stanza della casa. È in effetti un materiale estremamente versatile, dalle mille risorse e, come se non bastasse, anche riciclabile al 100% e molto virtuoso in termini di eco-sostenibilità.

La sua resistenza lo rende perfetto per essere installato in ogni stanza della casa che sia esposta a forte irraggiamento solare, a intemperie molto violente, all’azione del salmastro nel caso di abitazioni vicine al mare, o in stanze dove la pulizia deve essere resa un’operazione molto pratica e rapida.

La scelta di infissi in alluminio, come quelli dalle elevate prestazioni proposti da METRA Building, rappresenta un investimento molto intelligente nel tempo: a fronte di tutte le sue caratteristiche positive, infatti, l’infisso in alluminio garantisce anche una durata nel tempo molto superiore rispetto alle sue controparti in legno e PVC.