Tutti i post

Blog

Come Mantenere Fresca la Casa in estate: 9 consigli

10 Gennaio 2024

Le temperature estive sono sempre più calde ed è importante sapersi difendere da esse, soprattutto se la propria casa non è provvista di un impianto di condizionamento. Di seguito si offrono alcuni consigli per mantenere fresca la casa in estate.

Il caldo che entra in casa può avere ripercussioni negative sulla vita di tutti i giorni in estate, specialmente per chi lavora o studia e ha quindi bisogno di concentrazione. Il riposo, poi, è particolarmente disturbato dalle alte temperature e dall’umidità, che non conciliano certamente il sonno. Eppure, anche quando non si ha il climatizzatore è possibile ovviare al problema del caldo abbassando le temperature degli ambienti in modo quanto più naturale. In questo, gli infissi in alluminio METRA Building possono essere alleati essenziali.

 

Come non far entrare il caldo e rendere una casa più fresca in estate

 

Arieggiare le stanze, sfruttare l’illuminazione naturale, affidarsi ai sistemi oscuranti, ma anche cucinare senza elettrodomestici, prediligere colori chiari, spegnere i dispositivi elettronici… I rimedi per mantenere quanto più possibile fresca la casa in estate sono tanti. Alcuni sono più efficaci, altri producono un cambiamento minimo che però, se adottato insieme agli altri, può davvero fare la differenza.

 

Arieggiare le stanze agli orari giusti

 

Il sole caldo dell’estate è solitamente piacevole ma, quando l’irraggiamento solare è troppo forte, è bene evitare che esso entri in casa e la scaldi in maniera eccessiva. Aprire le finestre significa far entrare l’aria esterna dentro casa: conviene farlo quando l’aria esterna non è troppo calda, ovvero nelle ore serali o di primissimo mattino. In questo modo, è possibile arieggiare le stanze in modo naturale, ma facendo entrare in casa un’aria un po’ più fresca rispetto a quella afosa che si respira durante il giorno.

Le finestre scorrevoli oppure quelle a battente con apertura a vasistas, come quelle prodotte da METRA Building, possono anche essere aperte solo parzialmente, permettendo quindi un ingresso graduale dell’aria esterna verso casa, con un ricircolo dell’aria più lento ma anche più controllato.

 

Utilizzare i sistemi oscuranti in modo efficace

 

Quando si parla di come non far entrare il caldo in casa per mantenerla più fresca durante l’estate, i sistemi oscuranti sono i veri protagonisti. Uno dei compiti principali di persiane, scuri e frangisole, infatti, è quello di contribuire a mantenere la casa ben isolata dall’aria esterna, mantenendo un micro-clima quanto più fresco in estate con, al contempo, un adeguato ricircolo dell’aria. Conviene chiudere i sistemi oscuranti durante il giorno se non si è in casa, per arrivare poi alla sera e trovare ambienti più freschi e confortevoli. Questo unico, piccolo accorgimento è in grado di produrre una differenza di temperatura fino a 5°C.

I sistemi oscuranti METRA Building sono realizzati in alluminio, per garantire la massima resistenza non solo agli agenti atmosferici, ma anche al più violento irraggiamento solare durante l’estate. Possono essere chiusi, aperti e regolati in modi diversi, così da attarsi alle diverse esigenze degli inquilini nelle diverse ore della giornata.

 

Minimizzare l’uso dell’illuminazione artificiale

 

La luce artificiale produce calore, specialmente se si usano le classiche lampadine a incandescenza. Tenere le luci il più possibile spente contribuisce quindi a una casa più fresca; magari non ci si rende conto di quando le lampadine scaldino, ma non usarle può davvero fare la differenza.

Per riuscire a tenere le luci spente il più possibile, è logico che la casa debba essere esposta a un’adeguata illuminazione naturale. Si possono sfruttare le stanze posizionate a sud per la vita di tutti i giorni, poiché ricevono una maggior quantità di irraggiamento solare durante il giorno.

Un validissimo aiuto, in questo senso, è fornito dalle finestre in alluminio. L’alluminio è infatti un materiale estremamente resistente, che non ha bisogno di grossi volumi per poter sostenere superfici vetrate anche di grandi dimensioni. Si potranno ottenere quindi dei profili molto snelli e sottili, di pochi millimetri ciascuno. Questo permette di aumentare la parte vetrata della finestra (che a sua volta può essere scelta con un’adeguata schermatura solare) e di far entrare molta più luce naturale, salubre e piacevole sulla pelle, all’interno della casa.

 

Spegnere elettrodomestici e dispositivi elettronici quando possibile

 

In casa, il calore non è dato solo dalle lampadine. Per mantenere fresca la casa in estate, quindi, bisogna minimizzare l’utilizzo di tutti quegli apparecchi che producono calore quando sono in funzionamento. Anche in questo caso potrebbe sembrare un accorgimento di poco conto ma che, una volta messo in pratica, ha un effetto molto positivo sul raffrescamento della casa.

Computer, televisori e altri dispositivi elettronici si surriscaldano molto se vengono mantenuti accesi per diverse ore: conviene spegnerli quando non sono in uso e non lasciarne il caricatore attaccato alla presa di corrente. In cucina, poi, si può scegliere di non utilizzare i fornelli e il forno quando possibile, per evitare che la stanza si surriscaldi troppo.

 

Optare per colori chiari e materiali freschi

 

È noto che i colori scuri sono quelli che più attraggono il calore del sole. Scegliere colori chiari per gli arredi, le pareti e i tessuti, quindi, può essere un’ottima soluzione per rendere la casa più fresca. Inoltre, i colori chiari riflettono maggiormente la luce: la casa sarà più luminosa in modo naturale, di conseguenza non ci sarà bisogno di accendere le luci e creare quindi delle inutili fonti di calore in casa.

Oltre ad avere un colore chiaro, i materiali scelti dovrebbero poi conferire alla casa un senso di freschezza. Ad esempio, delle tende chiare in lino o cotone sono sicuramente più fresche, leggere e traspiranti delle tende realizzate con un materiale plastico o un tessuto più pesante. Per quanto riguarda gli infissi, l’alluminio è un materiale ideale, perché è fresco al tatto senza però dare una percezione di freddezza. Anzi, grazie anche alle finiture, le colorazioni e le personalizzazioni pressoché infinite, dona alle stanze una sensazione di comfort e leggerezza.

 

Arredare i balconi (e non solo) con le piante

 

Scegliere di costruire balconi in vetro e alluminio non è solo una scelta di notevole impatto estetico, ma contribuisce anche a rendere lo spazio esterno della casa più fresco e illuminato in modo naturale. Installare un ombrellone o una tenda da sole (con protezione anti-UV) può contribuire a creare utilissime zone d’ombra, ma un lavoro ancora migliore è offerto dalle piante. Ad esempio, sistemare una pianta rampicante sulla parete che si affaccia sul balcone aiuta a schermare il calore solare e a mantenere più fresco l’ambiente interno.

In generale, le piante sono un ottimo alleato per mantenere fresca la casa in estate. Oltre ad assorbire il calore, sono anche in grado di regolare il livello di umidità degli ambienti, contribuendo a creare un micro-clima molto più fresco e gradevole.

 

Sfruttare pale e ventilatori al meglio

 

Quando ci si chiede come rinfrescare una casa, subito si pensa all’impianto di climatizzazione.
La climatizzazione ha un impatto economico sia in fase di acquisto che per l’utilizzo, inoltre se non viene effettuata la corretta manutenzione può influire negativamente sulla salubrità dell’aria.

Una buona alternativa può essere rappresentata dal ventilatore. Oggi, in commercio ne esistono di alcuni molto potenti e tecnologici; ma basta posizionargli davanti una bacinella di acqua e ghiaccio per massimizzare gli effetti di quelli più spartani. In camera da letto, inoltre, può essere interessante installare delle pale da soffitto: raffrescano in modo sano, diffuso e controllato, sono silenziose e consumano una discreta quantità di energia in meno rispetto al condizionatore.

 

Creare dei corridoi d’aria

 

A volte, per abbassare le temperature della casa basta creare un ricircolo d’aria in modo che essa si muova e si raffreschi più facilmente. Anche solo tenere due porte aperte, una di fronte all’altra, può contribuire a una migliore circolazione dell’aria e a un aumento del fresco in casa.

In qualche modo, da questo rimedio basilare deriva il concetto tanto semplice quanto tecnologico della Ventilazione Meccanica Controllata (VMC). Si tratta di un impianto che funziona senza l’uso dell’elettricità e che si occupa di creare una circolazione efficace dell’aria all’interno delle varie stanze, così come dall’interno all’esterno della casa e viceversa.

Alcuni impianti VMC possono essere coadiuvati da una funzione di raffrescamento ma, anche se così non fosse, il normale circolo dell’aria è sufficiente a renderla più fresca, nonché più salubre, pulita e piacevole da respirare, riducendo gran parte dell’umidità presente nell’aria stessa. L’impianto VMC è quindi un’opzione da tenere in considerazione nel caso in cui si stia costruendo o ristrutturando una casa in chiave moderna e, soprattutto, eco-sostenibile.

 

Migliorare il sistema di isolamento della casa

 

Se si è in vista della realizzazione o ristrutturazione della casa, si può pensare anche a un intervento può strutturale e preventivo, così da mantenere la casa fresca nelle estati successiva. Un sistema di coibentazione delle pareti e del tetto, infatti, permette alla casa di essere ben isolata, mantenendo le stanze calde in inverno e fresche in estate senza troppi sforzi.

Dell’involucro abitativo fanno parte anche le finestre: anch’esse devono quindi essere scelte con criterio. Infatti, affidarsi a infissi di bassa qualità significa produrre una dispersione tra il 15% e il 40% dell’aria interna, perdendo il prezioso calore in inverno e l’altrettanto preziosa frescura in estate.

Tra tutti i materiali per la realizzazione delle finestre, l’alluminio è quello più consigliato in questo senso: le tecnologie di infissi a taglio termico più all’avanguardia permettono di creare un “cuscinetto” isolante tra i profili interno ed esterno della finestra, impedendo la dispersione di calore in inverno e di aria fresca in estate. Questo ottimo isolamento termico si aggiunge poi agli altri inestimabili benefici dell’alluminio, tra cui una lunga durata nel tempo e un’ottima resistenza agli agenti atmosferici e ai malintenzionati. Per garantire tutti vantaggi ed eliminare qualsiasi possibilità di ponte termico che vanificherebbe gli sforzi in termini di isolamento, è fondamentale ricordare di affidarsi a dei professionisti che siano in grado di garantire una posa in opera impeccabile.

Scegliere di isolare la casa e di installare infissi in alluminio significa, quindi, muoversi anche in un’ottica di rispetto per l’ambiente e per il comfort abitativo degli inquilini. L’investimento iniziale viene ampiamente ripagato da un risparmio energetico sul lungo termine, e da una casa piacevole da vivere in tutte le stagioni.